E’ un bollettino di guerra, un massacro. La lista dei suicidi si allunga in continuazione e quelle notizie che una volta per pudore non si davano o si relegavano fra le brevi (come vuole il codice etico) oggi diventano ‘La notizia’. Perché la mattanza che attraversa l’Italia in crisi e la flagella la Sicilia non risparmia nessuno: i poveri di ieri divenuti sempre più poveri, quelli di oggi che fino a ieri non lo erano e quanti rischiano di diventarlo sommersi come sono dai debiti, in un tunnel in cui c’è solo buio pesto.

[Continua la lettura dell’articolo]