PALERMO – Tre cittadini di nazionalità rumena – due uomini e una donna – sono stati denunciati dalla polizia dopo essere stati trovati in possesso del necessario per forzare porte e finestre. Uno dei tre è stato sorpreso mentre si trovava all'interno di un condominio in corso Alberto Amedeo.

Alcuni condomini lo hanno notato mentre si aggirava tra i pianerottoli, dopo che si era introdotto furtivamente nell'edificio forzando il portone, e hanno allertato il 113. Sul posto sono giunte le pattuglie dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico che lo hanno identificato: in passato era già stato fermato, aveva fornito false generalità e aveva predecenti. Per lui è scattata la denuncia ed è stato emesso un decreto di allontanamento.

Le altre due persone denunciate, un uomo e una donna, sono state fermate dagli agenti del commissariato Mondello. L'uomo si trovava al volante di un'auto in via San Lorenzo e ha accelerato quando ha visto la pattuglia, facendo perdere le proprie tracce. E' stato rintracciato poco dopo in via dei cantieri, dove era stato raggiunto dalla compagna. Nella sua auto i poliziotti hanno trovato chiavi "adulterine" e lunghi coltelli. I due sono stati denunciati per possesso abusivo di armi da taglio e possesso ingiustificato di grimaldelli.