Serviranno due settimane per ripristinare la regolare circolazione ferroviaria in seguito al deragliamento di un treno sulla linea ferrata Palermo-Catania. La linea sarà nuovamente percorribile il 2 novembre. Come spiegato dall'assessore ai Trasporti, Giovanni Pizzo: 

Ci sono voluti quattro giorni per togliere il mezzo dai binari, ma abbiamo lavorato giorno e notte. Il problema è l'assenza di strade parallele alla linea ferrata, per cui ad esempio non è stato possibile intervenire con una gru che avrebbe accelerato di molto i tempi. 

Diversi smottamenti hanno causato danni ed è quindi necessario ripristinare l'intero binario, ribattendo il terreno, mettendo la calce e il pietrisco e sistemando nuove traversine. Lavoreranno quattro imprese – ha assciurato Pizzo – su tre turni di lavoro, 24 ore su 24. Al momento vengono utilizzati degli autobus sostitutivi, che però non bastano: trovare un numero di autobus è al momento un problema, sembrerebbero non esserci abbastanza mezzi per tutti.

Fonte: MeridioNews