Sicilia, Grecia e Tunisia si sfideranno nel corso della gara gastronomica Fi Land Feast, in programma a Gagliano Castelferrato il 26 e 27 ottobre. Tre diversi luoghi della cittadina ospiteranno le “case di cottura”, dove gli chef si daranno da fare, rivisitando l’uso del fico d’India. Ecco cosa cucineranno gli chef.

I tunisini uniranno il frutto tipico della Sicilia al cous cous di verdure, che sarà accostato per l’occasione a una limonata alla mente. Gli ingredienti saranno cous cous, sedano, cipolle, fagiolini, carote, zucchine, aglio, ficodindia, zenzero, curcuma, brodo vegetale, sale, olio e peperoncino.

Soutzoukakia smyrneika e Ouzo saranno invece i cavalli di battaglia della squadra greca. Gli ingredienti, oltre al fico d’India, saranno riso, tritato di bovino e di suino, aglio, vino rosso dolce, cumino, cannella, bacche di pimento macinate, sale, pepe e olio. Sarà la riedizione di un piatto molto diffuso sulle tavole greche e, ad accompagnare, ci sarà la nota bevanda alcolica a base di mosto d’uva e anice.

La Sicilia, in rappresentanza dell’Italia, si affiderà alla tradizione. Verrà preparato un primo con un grano antico. Si tratta delle busiate di grani antichi siciliani con suino nero dei Nebrodi, finocchietto selvatico e ficodindia, abbinate al vino bianco Grillo. Gli ingredienti saranno suino nero dei Nebrodi, ficodindia, finocchietto selvatico, vino bianco, olio, sale, pepe e pan grattato gli ingredienti.

A Fi Land Feast, ci saranno anche tanti prodotti tipici e prelibatezze del territorio, all’interno del «Percorso della Tradizione». Questo è un cammino attraverso le vie più antiche di Gagliano Castelferrato, in cui alcune abitazioni saranno aperte al pubblico. Verranno mostrate le diverse fasi di preparazione della mostarda, alla cassatella di Agira, agli nfasciatieddi di Troina, al tortone di Sperlinga, al pisciteddu di Regalbuto e al formaggio Piacentino di Enna.