Terribile incidente sul lavoro a Mazara del Vallo. Il 69enne Filippo Rubino è morto mentre lavorava nel laboratorio di sua proprietà, in via dei Ciclopi, all'interno del quale realizzava laterizi. Il corpo senza vita è stato recuperato dai vigili del fuoco, che hanno trovato incastrato in una coclea utilizzata per l'impasto necessario per la produzione dei prodorri.

Sul posto sono giunti i soccorsi, ma per Rubino, purtroppo, non c'è stato nulla da fare. Sono intervenuti anche i carabinieri, un medico legale e il personale dell'Asp. Secondo una prima ricostruzione, il 69enne sarebbe rimasto incastrato nell'attrezzatura a causa di una manovra errata o dopo essere stato colto da un malore.