PALERMO – Ieri un ragazzo di 25 anni stava per suicidarsi lanciandosi dalla ringhiera del ponte Corlone di Palermo, nella carreggiata in direzione Catania. Provvidenziale l'intervento di una volanta della polizia, allertata da alcuni automobilisti. Spiega un testimone a "PalermoToday": "Ho visto i poliziotti rallentare e poi fermarsi nella corsia di sorpasso. Hanno attraversato la strada per raggiungere il prima possibile, rischiando anche di farsi investire".

Lì è cominciata la trattativa con il giovane, che urlava contro i poliziotti: "Lasciatemi stare". Dopo quasi un’ora il 25enne è sceso dalla ringhiera. Con il volto provato da quell’esperienza ha raccontato i suoi problemi e le ragioni che lo stavano spingendo al suicidio: ha problemi in famiglia e non riesce a trovare lavoro.