ENNA – Aveva sostenuto soltanto due esami, ma alla sua famiglia ed agli amici aveva fatto credere di essere perfettamente in regola con le materie e di essere arrivata al momento della discussione della tesi. Teatro della messinscena, l'università Kore di Enna.

Una studentessa di Barrafranca, iscritta alla facoltà di Giurisprudenza, si è presentata in aula magna, insieme ad amici e parenti, fingendo anche grande stupore perché il suo nome non era tra quelli dei candidati in procinto di discutere la tesi, con tanto di veementi lamentele. Il padre, all'oscuro di tutto, ha protestato a lungo nei corridoi dell'Ateneo, arrivando anche a minacciare il personale per la mancata proclamazione della figlia.

Non contenta di quanto accaduto, la ragazza ha continuato a recitare la sua parte, terminando la giornata con tanto di festa di laurea: anche sulla pagina Facebook le sono arrivati auguri e felicitazioni per il traguardo raggiunto.

E' bastata tuttavia una breve indagine per accertare che la giovane aveva soltanto sostenuto due esami: l'Ateneo adesso sta valutando la possibilità di denunciarla per danno all'immagine e proprio stamattina la ragazza si recherà alla Kore per chiarire la sua posizione.