Foto di Giuseppe MollicaNon apparterrebbe ad Antonyna Kuyatkovska, badante ucraina di 65 anni, scomparsa il 30 novembre scorso, il corpo in avanzato stato di decomposizione ritrovato ieri da alcuni uomini della forestale in un bosco tra Floresta e Raccuja, in provincia di Messina. I resti infatti sembrano appartenere ad una donna ben più giovane della Kuyatkovska. Quest’ultima inoltre aveva dei denti in oro, particolare non riscontrato nella salma.

E intanto avanza un’altra clamorosa ipotesi: il corpo potrebbe appartenere a Provvidenza Grassi, la giovane scomparsa da Messina il 10 luglio scorso? È ancora troppo presto per dare risposte: è certo che la donna ritrovata è abbastanza giovane, ma era senza documenti e senza indumenti. Inoltre la parte superiore del corpo è stata resa irriconoscibile da intemperie e animali selvatici.

In questi minuti gli uomini del RIS di Messina stanno effettuando i rilievi del caso. Sul ritrovamento indagando i Carabinieri di Patti, insieme agli uomini della Compagnia di Floresta, coordinati dal magistrato della Procura di Patti Luca Melis. È verosimile che nelle prossime ore il corpo sia sottoposto ad un esame autoptico. Ancora incerte le cause della morte.