Un viaggio alla scoperta della tradizione culinaria siciliana quello intrapreso da Floriana, una ragazza palermitana che ha saputo trasformare un momento di crisi in una vera e propria opportunità di riscatto. Un viaggio iniziato tantissimi anni fa quando, ancora piccolina, osservava la sua mamma mentre preparava cassate, buccellati, arancine e vari tipi di rosticceria: allo stesso modo oggi Flo mette le mani in pasta e mostra agli italiani tutta la sua passione attraverso le sue ricette e videoricette pubblicate su Tuorlo Rosso.

Un progetto che prende forma durante la pandemia: “Io e mio marito – ci racconta Floriana – lavoravamo per la stessa azienda che, a causa del Covid, è entrata in crisi ed è stata costretta a licenziarci. Dopo un primo momento di sconforto, ci siamo guardati in faccia ed abbiamo capito che potevamo farcela a lanciare un sito di cucina tutto nostro”

Nasce così Tuorlo Rosso e Floriana mostra fin da subito ai suoi follower i punti fermi della sua linea editoriale: ricette collaudate, spiegazioni chiare con tutti i passaggi e attenzione alle richieste dei suoi follower.

“Sono consapevole delle difficoltà che si possono riscontrare durante la realizzazione di una ricetta e mi immedesimo spesso nelle persone che mi seguono, quindi cerco di dare loro tutti i suggerimenti necessari per il buon esito della stessa e mi fa davvero tanto piacere quando ricevo le foto delle loro preparazioni e la loro gratitudine: è in quel momento che capisco che sto facendo bene il mio lavoro” racconta la food blogger palermitana.

La chiave del successo di Floriana: ecco perché la gente segue Tuorlo Rosso

Emergere sui social network, cercando di farsi spazio fra i volti noti della cucina, non è certo facile oggigiorno ma Floriana ha saputo, in appena 2 anni, convincere oltre 700 mila persone in totale su Facebook, Instagram e Youtube. Basta visitare la sua pagina Facebook e leggere i commenti di qualsiasi post per comprendere il legame che ha instaurato con i suoi follower: è questa, probabilmente, la sua arma vincente.

Chi segue Floriana di Tuorlo Rosso sa di non essere solo uno dei tanti: Floriana, infatti, cerca di rispondere tempestivamente a tutti i messaggi diretti ed anche ai commenti. Inoltre, quando possibile, accontenta anche qualche richiesta di ricette particolari inserendole nella propria scaletta di registrazione e non tarda mai ad arrivare un “grazie Flo, hai mantenuto la promessa!”

Ci ha colpito molto, inoltre, la semplicità con la quale vengono proposte ricette anche molto complesse come il buccellato o la cassata siciliana, giusto per citarne alcune: immagini chiare, effetti ridotti al minimo, focus sulle mani e voiceover descrittivo che fornisce tutti i dettagli necessari per l’esecuzione. Non mancano gli ingredienti durante il video ma c’è anche un comodo riepilogo ed un jingle finale adorabile con la voce di Kevin, figlio della blogger, che dice “La trovi su tuorlorosso.it”

Ricette della tradizione siciliana ma non solo

Il marchio di fabbrica di Tuorlo Rosso è la tradizione culinaria siciliana, a cui Floriana è molto legata. Si rivolge a tutte le persone che amano questo territorio o che magari non ci vivono più da tanto tempo. “Floriana mi ha fatto tornare indietro di 40 anni” scrive una follower che ormai vive in Germania dopo aver visto il video della frutta martorana “grazie a te posso preparare anche qui i dolci della mia amata terra”.

Sebbene costituisca il suo punto di forza, la food blogger pubblica anche ricette di cui si innamora durante i suoi viaggi in Italia e nel mondo o semplicemente ricette creative, sempre semplici, che possono aiutare a risolvere il dilemma quotidiano del “Che mangiamo oggi?”

Anche noi ci stiamo chiedendo cosa preparare per cena ma siamo certi che troveremo qualche idea deliziosa su tuorlorosso.it.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia