protezionecivile_2(1)Una vasta area depressionaria, già presente sulla nostra penisola, tende a subire ulteriore vigore per l’arrivo di un nuovo impulso freddo proveniente dall’Europa orientale. Queste condizioni continueranno ad apportare nevicate a bassa quota sul versante adriatico e a quote collinari sul resto del centro-sud. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diramato nei giorni scorsi. L’avviso prevede dal pomeriggio di oggi, martedì 26 novembre, il persistere di nevicate su Emilia-Romagna orientale, Marche, Umbria orientale, Abruzzo, Molise e Puglia centro-settentrionale con quota neve anche al di sotto dei 200 metri e apporti al suolo generalmente moderati, fino a localmente elevati a quote superiori. Sono previste, inoltre, nevicate sui settori orientali di Lazio e Campania e sulla Basilicata con quota neve al di sopra dei 300-500 metri e apporti al suolo generalmente deboli. Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

IL BOLLETTINO PER DOMANI, MERCOLEDI’ 27 NOVEMBRE 2013:

Precipitazioni:
– sparse, anche a carattere di rovescio, su Emilia-Romagna orientale, Marche, Abruzzo, Umbria orientale, Puglia settentrionale e Lazio orientale con quantitativi cumulati da deboli a localmente moderati;
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia settentrionale, Calabria meridionale e tirrenica con quantitativi cumulati da deboli a localmente moderati;
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lazio meridionale, Molise, Campania, Puglia settentrionale e Sardegna orientale e meridionale con quantitativi cumulati deboli;
– isolate deboli sul resto del sud peninsulare.
Nevicate:
– su Romagna, Marche, Abruzzo, Umbria orientale, Molise e Puglia garganica fino a quote prossime al livello del mare, con apporti al suolo generalmente moderati, più rilevanti sul medio versante adriatico;
– su Lazio orientale e meridionale, Basilicata, Campania e Puglia, al di sopra dei 200-400 metri con apporti al suolo deboli o puntualmente moderati e quota neve in risalita;
– sul resto del sud, mediamente al di sopra dei 600-800 metri con apporti al suolo deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza grandi variazioni, con gelate notturne e mattutine anche a bassa quota al Nord e nelle zone interne del Centro.
Venti: forti prevalentemente nord-orientali su Golfo Ligure, alto versante adriatico, regioni centrali, Puglia, e Sicilia occidentale, in attenuazione.
Mari: agitato l’Adriatico settentrionale, molto mossi tutti i restanti bacini.

IL BOLLETTINO PER DOPODOMANI, GIOVEDI’ 28 NOVEMBRE 2013:

Precipitazioni:
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia, Sardegna meridionale, settori tirrenici di Campania, Basilicata e Calabria, su Marche meridionali ed Abruzzo con quantitativi cumulati da deboli a localmente moderati;
– isolate, anche a carattere di rovescio, sul resto di Marche, Sardegna, Campania, Basilicata e Calabria e sulla Romagna con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: sulle regioni adriatiche e zone interne della Campania al di sopra dei 400-600 metri con quota neve in aumento e apporti al suolo generalmente deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in lieve aumento, con gelate notturne al nord anche a bassa quota.
Venti: localmente forti nord-orientali sulla Sardegna.
Mari: molto mossi il Mare e Canale di Sardegna.