Ci sono anche due catanesi tra i sei italiani fermati dalle autorità tedesche per gli scontri in occasione del G20 ad Amburgo che hanno provocato il ferimento di oltre 150 agenti. A renderlo noto è stato il Centro Sociale Liotru di Catania, che ha organizzato un presidio davanti alla Prefettura nel corso del quale i legali dei due, il 31enne Orazio e il 25enne Alessandro, solleciteranno ufficialmente le autorità competenti e chiederanno la liberazione immediata dei due, rinchiusi nella prigione di Billwerderd.

Intanto in alcune zone della città, tra cui il quartiere di San Cristoforo, per chiedere la liberazione di Orazio e Alessandro sono comparsi alcuni striscioni a firma del Centro Sociale. "Sono entrambi stati fermati lontano dai focolai di guerriglia avvenuti in città. Stavano semplicemente camminando per strada. Riteniamo ingiusto che siano ancora in carcere e soprattutto vergognoso che le autorità italiane ignorino un fatto così grave", dicono dal Centro.