Manca solo l'ufficialità, che arriverà a breve, ma il prossimo G7 si terrà in Sicilia, precisamente a Taormina. È la decisione del premier Matteo Renzi, che ha voluto spostare la reunion dei grandi della Terra da Firenze. È a Lampedusa che Renzi avrebbe maturato l’idea di portare i grandi del mondo dove più forte è l’emergenza.

Anche se per motivi logistici non sarà possibile svolgere il summit a Lampedusa: troppo corta la pista dell’aeroporto per gli aerei dei leader, a cominciare dall'Air Force One del prossimo presidente degli Stati Uniti. Da qui la scelta di puntare su Taormina, che ha strutture alberghiere in numero sufficiente ed è vicinissima all’aeroporto di Catania. Il vertice è previsto per il 2017 in una data ancora da stabilire.

La scelta è stata confermata dal presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi: "C'è una notizia che acquista una certa consistenza di ufficialità, e cioè che non si terrà il vertice G7 a Firenze. L'appuntamento si sposta in Sicilia. Condivido la decisione del premier, mi pare che sia una scelta motivata dalla necessità di tener viva l'attenzione dell'opinione pubblica mondiale e dei grandi del mondo su una vicenda cruciale come quella delle migrazioni e dei profughi. Una vicenda che naturalmente interessa i nostri confini, e in primis il canale di Sicilia".