“Pronto 118? Mi serve immediatamente un ricovero. Ma deve essere urgente. I carabinieri mi hanno ritirato la patente per guida in stato di ebbrezza e se lo sa mio padre mi manda lui all’ospedale”. Non credevano alle loro orecchie gli operatori del 118 la scorsa notte quando un giovane piangendo li ha chiamati.

[Continua la lettura dell’articolo]