01010101Sempre più spesso usiamo nella nostra cucina degli ingredienti raffinati (come se non bastassero quelli che troviamo in cibi confezionati dall'industria alimentare).

 

Purtroppo, come dicevo in un precedente articolo, ogni variazione alla nostra alimentazione ci espone ad un rischio. Per questo dovremmo farne a meno il più possibile (soprattutto se sappiamo in partenza essere nocivi).
 

Ecco i cibi raffinati che ci stanno avvelenando:

Zucchero

L'abuso di zucchero è correlato a numerose patologie: obesità; diabete; ipertensione; danni al fegato; problemi metabolici; etc. Eppure troppo spesso imbottiamo i nostri figli con merendine già belle che preparate e ricche di calorie.

Sale


Per quanto riguarda il sale è la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità a raccomandarci di non superare mai i 5 grammi di sale al giorno.
Troppo sale, infatti, scompensa il sistema cardiocircolatorio e minaccia realmente chi è predisposto a soffrire di pressione alta.
Preferite il sale integrale a quello raffinato e siate sempre leggeri di mano.

 

La farina 00

 

La farina 00 è tra le farine più raffinate in commercio ed utilizzate per la preparazione di prodotti da forno. Purtroppo a causa del processo di raffinazione la farina 00 perde molti dei suoi nutrienti e incide negativamente sulla glicemia, favorendo un accumulo di adipe.
 

Grassi idrogenati


I grassi idrogenati sono una vera e propria piaga alimentare. Li trovate soprattutto nei cibi già confezionati: dai surgelati alle merendine.
Essi rappresentano un grosso rischio per la salute perchè aumentano il colesterolo, modificano l'elasticità dei vasi sanguigni e influenzano negativamente la pressione sanguigna.
Insomma il rischio di patologie coronariche, arteriosclerosi e ictus non vale la candela!
 

Autore | Viola Dante