0101010101Iniziamo oggi questa rubrica su SiciliaFan. Una rubrica di politica.

Cominciamo con una considerazione semplice: e cioè che, in politica, per illustrare i fatti, non c’è bisogno di esprimere giudizi: basta lasciar parlare le cose.

Oggi illustreremo in modo breve alcuni degli elementi dell’operato di tre Governi: il Governo Monti, il Governo Letta e l’attuale Governo di Matteo Renzi.

Il Governo Monti, introducendo l’Imu, ha tassato un bene sul quale gl’italiani hanno già pagato le tasse: la casa. Che senso ha introdurre un’imposta su un bene di proprietà per il quale i cittadini hanno già pagato? Eppure il Governo Monti l’ha fatto.

Lo stesso Governo Monti ha eliminato l’equo indennizzo e la possibilità di andare in pensione in anticipo in seguito ad un incidente sul lavoro. Le due cose sono importanti. Con l’equo indennizzo chi subiva un danno sul lavoro veniva indennizzato. Ora non è più così. Non solo. Prima chi subiva un danno permanente – e non poteva più lavorare – aveva diritto alla pensione privilegiata. Ora non più. Resta solo l’assicurazione.

Governo Letta. Grazie a questo Governo i costi della Giustizia sono diventati impossibili per chi non ha un reddito medio o medio alto. Facciamo un esempio. Parliamo del contributo unificato per l'iscrizione a ruolo di una causa, che è aumentato del 15 per cento. Per chiedere l'annullabilità di una delibera condominiale di valore zero bisogna prima tentare la conciliazione (spesa presunta: 200 euro circa). Poi va pagato il contributo d'iscrizione pari a 518 euro. Quindi la tariffa all'Avvocato (circa 2 mila euro). Se la causa va male, anche le spese di giudizio: almeno 400 euro.  Totale: oltre 3 mila euro!

Parliamo di una prepotenza condominiale. Pensate un po’ ad altri tipi di prepotenza? Come fa un nomale cittadino a difendersi? Semplice: se non ha i soldi non si può difendere più.

Governo Renzi. Art.31 Decreto legislativo sulla competitività, firmato dal Capo dello Stato qualche giorno fa. Con questo decreto il Governo Renzi ha ripristinato l’anatocismo. Ovvero il calcolo degli interessi sugli interessi. Una speculazione delle banche ai danni dei cittadini. Non è un nostro giudizio: sulla base di questa motivazione, qualche anno fa, l’anatocismo è stato abolito dopo una vicenda giudiziaria durata oltre un decennio.

Ebbene, il Governo Renzi l’ha ripristinato. Con una piccola variazione: il calcolo degli interessi sugli interessi, invece che ogni tre mesi, verrà effettuato a fine anno.

Pensate: molti degli attuali dirigenti del PD si vantano di essersi battuti per far abolire l’anatocismo. Oggi, senza colpo ferire, appoggiano un Governo che ha ripristinato il calcolo degli interessi sugli interessi: ovvero lo strozzinaggio a norma di legge!

Avete idea di quanti italiani, oggi, si trovano con il conto corrente in ‘rosso’? Sapete quanto ci guadagneranno le banche alla fine di quest’anno?

Chiedetelo al Governo Renzi…