ENNA – Ingegnere di professione, artigiana per propensione: è nel tempo libero che Tiziana Di Pasquale, ennese di 43 anni, realizza monili con prodotti naturali come la fibra di fico d'India. Al mattino e alla sera non toglie tempo ai suoi cari cantieri edili o agli studi di progettazione.

Ennese di nascita ma ormai stabilmente trapiantata a Palermo, Tiziana Di Pasquale è rimasta molto legata in particolare al suo "paradiso naturale" di Pergusa. "Da piccola ho avuto sempre questa passione per le attività manuali. Dove c' erano cose da montare e smontare c'ero io", racconta la donna al "Giornale di Sicilia".

Dopo il diploma il trasferimento a Palermo per gli studi di Ingegneria Meccanica. La passione, però, non è mai scemata. E le creazioni spiccano il volo. "La fibra di fico d’India deve essiccare per anni e anni prima di diventare così come io la lavoro. Assecondo la forma che ha e mi lascio guidare dall’ispirazione, da ciò che quel materiale mi suggerisce", aveva rivelato in una precedente intervista.

Così prendono vita collane, bracciali e orecchini dove cortecce di alberi e pietre si mescolano a metalli, rigorosamente senza nichel. E ancora caucciù con un'"anima" di fil di ferro, reti in un particolare materiale modellabile per cambiare foggia allo stesso gioiello. Anche questo è il genio siciliano.