La Nestlé cambierà per sempre il Nesquik, cacao solubile amatissimo dai bambini. Per renderlo più salutare e aumentare così le vendite, nel prodotti ci sarà meno zucchero: tra quest'anno e il 2018, spiega "Il Post", la nuova versione conterrà soltanto 3,4 grammi di zuccheri per porzione invece di 20. Cambiamenti anche per la mascotte: il coniglio Quicky sulle nuove confezioni è disegnato più piccolo, in modo da risultare meno attraente e ingannevole per i bambini.

Nesquik è il secondo prodotto al mondo nel settore delle sostanze solubili per aromatizzare le bevande dopo Milo, il malto solubile molto popolare nei paesi asiatici, in India in particolare. Anche Milo è un prodotto di Nestlé. I marchi Nesquik e Milo, che comprendono anche altri prodotti come alcuni tipi di cereali, merendine e sciroppi contribuiscono al 4% del fatturato dell'azienda.

Nestlé aveva iniziato a ridurre la quantità di zuccheri nel Nesquik venduto negli Stati Uniti già nel 2015, dove il prodotto è disponibile anche in una versione non zuccherata. Dopo questo primo cambiamento la fetta di mercato di Nesquik nel settore del cioccolato solubile nel paese è cresciuta, segno che probabilmente i consumatori di questi prodotti sono interessati alle versioni meno zuccherate. Nei paesi europei la ricetta con meno zuccheri è stata proposta con il nome Opti-Start in Italia. 

Si era parlato degli sforzi di Nestlé per diminuire gli zuccheri presenti nei suoi prodotti anche lo scorso dicembre, quando l’azienda aveva annunciato di aver trovato un modo per ridurre del 40% la quantità di zucchero in alcune delle sue barrette al cioccolato senza cambiarne il gusto. La tecnica consiste in un metodo per strutturare diversamente i cristalli di zucchero, in modo che si sciolgano più in fretta e quindi siano percepiti di più dalla lingua anche se sono presenti in quantità minori.