Annualmente varie testate giornalistiche e televisive mettono in campo , o per meglio dire cercano un personaggio che si sia contraddistinto nell'arco dell'anno passato per eroicità,fatti o quant'altro possa aver attirato l'attenzione verso se stesso da parte dell'opinione pubblica o meno. Visto che siamo arrivati alla conclusione del 2016, possiamo dare un modesto parere a colui che, come sempre e non solo per l'anno passato , ha dato e continua a dare anche per il 2017 il meglio di se, cioè il PRECARIO !

Tale figura la possiamo trovare sotto vari settori e cioè quelli della scuola,forestali,consorzio di bonifica,Esa,lsu, Ex pip, enti locali, amministrazione, un insieme di varie categorie che puntualmente e annualmente da svariati anni continua ad essere sempre il fiore al'occhiello del mondo siciliano. Seppur non considerato più di tanto si contraddistingue nel sapere portare avanti una famiglia monoreddito, continuare e stringere la cinghia pagando le tasse regolarmente, pazientare a attendere spesso qualcosa che arriva sempre in ritardo,ingoiare spesse volte il rospo, a girarsi dall'altro lato quando potrebbe reagire a situazioni contro il suo settore e tanti altri fattori che continuano ad essere un handicap per la propria persona.  Punti che da sempre sono stati e continuano ad esserlo, per una generazione che si può assestare sui 55 anni e dove seppur in condizioni tali riesce a "campà", come giustamente si dice in Sicilia.

Per il precario siciliano il premio da dare è "l'OSCAR", proprio perchè deve sopportare e supportare un meschinità regionale che si gira dall'altro lato, ignora il problema rimpinguandolo di somme tampone  spostando e rimandando il problema di anno in anno e illudendo principalmente tanta gente con una stabilizzazione che se asarà fatta , sarà per alcuni e in condizioni ancora da mettere a punto . Da circa 30 anni mette in campo la sua disponibilità lavorativa, e con casi minimi come in tutti i settori si possono trovare gente che infanga la categoria, (certamente non un vantare) ma sempre presente se deve lavorare, anche sottopagato proprio perchè ha bisogno di portare a casa quel pezzo di pane che tanti ignorano o non condividono e continua e pensare nella sua mente che "prima o poi la ruota girerà" pur sapendo che questa è bloccata totalmente !

Secondo voi è da premiare o no ?