Come accadeva chissà quanti anni fa… quando ad avere la meglio era la forza e non il dialogo. Così un gruppo di 10 ragazzi accolgono un messinese a Catania.

La vicenda è finita su tutti i giornali.

Un gruppo di dieci ragazzi catanesi hanno pestato a sangue un coetaneo di Messina. Neanche il tempo di farlo scendere dall'autobus che il giovane messinese, venuto a Catania per incontrare la sua ragazza, è stato picchiato e pestato a sangue, lasciato per terra, sconvolto e privo di forze.

Senza nulla far sapere alla donna contesa, il branco di ragazzi, muniti delle peggiori intenzioni, hanno massacrato di botte il messinese. Il movente? Il branco, così facendo, avrebbe convinto il messinese, a lasciar perdere la ragazza, fra le altre cose ancora  "di proprietà dell'ex fidanzato" mandante del pestaggio. 

Sembra la scena di un film anno 80 invece no, è la realtà dei fatti in Sicilia nel 2016.

La squadra di picchiatori era stata inviata dall'ex ragazzo di lei, che non aveva digerito, di essere stato mollato. Così non sapendo cosa fare ha pensato di passare all’azione facendo aggredire il nuovo fidanzato di lei, da un gruppo numeroso di suoi amici.

Il 21 enne messinese è stato soccorso dai sanitari del 118 che lo hanno trasportato al pronto soccorso di Catania dove è rimasto tutta la notte. Intanto i familiari della vittima sporgeranno denuncia contro gli aggressori ricercati dalle forze dell’ordine.