Dopo dieci giorni, Gemma Amendolia ha aperto gli occhi ed è uscita dal coma. La ragazza, 27 anni, è rimasta ferita lo scorso 21 aprile in un drammatico incidente, durante una prova speciale della Targa Florio: si trovava in auto insieme al padre, Mauro Amendolia, che era alla guida ed è morto. Anche il commissario di gara Giuseppe Laganà, di Lentini, ha perso la vita. 

Gemma Amendolia ha dunque pronunciato le prime parole, chiedendo cosa le fosse successo: la madre e la sorella le hanno spiegato che è rimasta coinvolta in un incidente, ma non le hanno detto tutta la verità.

Dopo l'impatto, è stata trasportata in elisoccorso all'ospedale Civico di Palermo: le condizioni sono apparse subito molto gravi, ma piano piano sono migliorate. I sanitari sono fiduciosi riguardo le condizioni della 22enne, che ha riportato un forte trauma cranico, un vasto edema polmonare e la frattura di un braccio, già ricomposta. Il quadro clinico, dunque, rimae serio, ma lentamente migliora.

Leggi anche:

CLICCA QUI – Dolore e commozione per l'ultimo saluto a Giuseppe Laganà

CLICCA QUI – Terribile incidente alla Targa Florio: due morti