Fatale incidente sul lavoro ieri pomeriggio a Gela, dove Giuseppe Fecondo, di 63 anni, è morto per le gravi ferite riportate precipitando dal tetto di un capannone della zona industriale. L'uomo è stato soccorso dai colleghi e trasportato con un'ambulanza all'ospedale "Vittorio Emanuele": qui è stato sottoposto a un intervento chirurgico d'urgenza per trauma toracico-addominale, ma è deceduto prima che i medici completassero l'operazione.

Sono state aperte due inchiete, una della magistratura e l'altra dell'ispettorato del lavoro, per fare chiarezza su quanto accaduto. Su disposizione della Procura della Repubblica di Gela, la salma è stata trasferita all'obitorio del cimitero di contrada Farello per gli esami necroscopici. Giuseppe Fecondo lascia moglie e tre figli.