01La disavventura di questo signore iniziò nel 1990, quando si era recato all’ospedale Ingrassia per una trasfusione. Purtroppo il sangue era infetto e poco dopo il virus dell'epatite si è manifestato nel corpo ospite.

Oggi, a distanza di 24 anni, la Asp di Palermo e l’assessorato regionale alla Sanità hanno pagato un risarcimento danni di un milione e 907 mila euro che vanno al paziente e ai familiari.

 

Bene per la famiglia della vittima, un po' meno per noi visto che l’assessorato regionale alla Sanità, guidato da Lucia Borsellino, ha trattenuto dai finanziamenti ordinari alla Asp la quota di quasi 2 milioni destinata a chiudere la vicenda.

 

Autore | Viola Dante » seguimi su facebook ♥