Non si arresta ancora in Sicilia l'ondata di casi d'intossicazione da tonno rosso. Cinque persone sono state ricoverate sabato scorso all'ospedale Civico di Palermo: sono arrivati con i classici sintomi di un avvelenamento da istamina e, dopo i primi controlli, è apparso subito evidente che si trattava di sindrome sgombroide. I pazienti sono tre donne (67, 46 e 44 anni) e due uomini (47 e 45 anni).

Tutti, tranne uno, hanno riferito di aver acquistato e mangiato tonno rosso da alcuni ambulanti, al mercato di Ballarò. I cinque hanno prognosi che variano dai quattro ai sette giorni: in seguito ai ricoveri e alle dimissioni, la notizia è stata comunicata ai Nas, che hanno effettuato i controlli del caso per individuare il venditore e la sua bancarella.