Si parla spesso di Linosa e Lampedusa sia per via il turismo ma anche (e purtroppo) per via delle vicende legate ai profughi. Dell’Isola di Lampione invece si parla poco o niente. Oggi quindi vogliamo dare credito all’isola in questione, raccontando alcune curiosità che forse non tutti conoscono.

Iniziamo col dire che l’Isola di Lampione fa parte, come le sue sorelle, dell’arcipelago delle Pelagie. Lampione quindi è un’isola italiana che, amministrativamente fa capo a Linosa e Lampedusa, in provincia di Agrigento.

La prima curiosità risiede proprio qui:

1. Per una questione di vicinanza, Lampione è stata affidata – come dicevano – “amministrativamente” a Linosa e Lampedusa anche se geologicamente appartiene alla piattaforma continentale africana.

2. Si ipotizza che le sue origini risalgano a 5,332 milioni di anni fa.

3. Nonostante l’isola faccia parte dell’area marina protetta delle Pelagie le speci qui presenti, non sono tutelati e quindi è possibile fare attività sull’isola.

4Oltre alla storia, anche la leggenda. Si narra che l’Isola di Lampione sia in realtà il risultato di un masso sfuggito dalle mani di un Ciclope. Inoltre due eremiti scelsero di finire qui gli ultimi giorni della loro vita.

5. L’isola entrò a far parte del Regno d’Italia, il 12 giugno 1878

6. Lampione oggi è inspiegabilmente un’isola deserta. L’unica traccia dell’uomo è il faro che ha dato il nome all’isola. E’ possibile visitarlo grazie ad un minuscolo attracco adatto solo a piccole imbarcazioni, che consente di raggiungere l’isola e percorrere l’unico sentiero che vi è sull’isola.

7. E’ deserta ma non è dimenticata: fra settembre o ottobre del 2007 l’isola di Lampione venne selezionata per fare da scenario per le riprese della famosa soap opera italiana, CentoVetrine. Ma nonostante l’intento, l’impossibilità di portare sull’isola l’intero Staff, ha fatto si che i registi optassero per la bella e “accessibile” Lampedusa.