Il meccanico brasiliano, Alfredo Moser ha inventato la lampadina “Wit”.
 
Con l’idea della rifrazione della luce solare in acqua.  
lampada-dei-poveri-1La sua invenzione si chiama “Wit”: è semplice e disponibile per chiunque.
 
Per costruire questa lampadina – l’ideale, per esempio, per illuminare una baracca priva di finestre – basta una bottiglia di plastica da due litri riempita d’acqua. All’acqua va aggiunta un po’di candeggina per preservarla dalle alghe. Il flacone viene posto in un foro nel tetto e dotato di resina poliestere.
 
lampada-poveri-2Il risultato è eccezionale: illuminazione libera e organica durante il giorno.
 
La potenza di queste lampade artigianali si aggira tra i tra 40 e i 60 watt. Ma aumenta all’aumentare dell’intensità del sole. In Sicilia, per esempio, in primavera e in estate dovrebbe fornire una luce di elevata intensità. Potrebbe risultare interessante per riempire di luce certi edifici dei centri storici. 
 
In brasile la stanno usando per illuminare le buie baracche.
 
Foto  da pinobruno.it)