PALERMO – I prodotti del Banco alimentare, destinati alle famiglie bisognose, venduti sulle bancarelle del mercato di Ballarò. La denuncia, raccolta e pubblicata dal Giornale di Sicilia, arriva da alcune associazioni che operano sul territorio. Anziché essere distribuiti agli indigenti, pacchi di riso e farina e buste di latte, provenienti dall'Ue, sono stati messi in vendita a prezzi molto allettanti.

I volontari che hanno fatto partire le segnalazioni hanno constatato quanto accade con grande rammarico, poiché – hanno dichiarato – «Se accadono queste cose, se c’è qualcuno che anziché donare i generi di prima necessità a chi ha più bisogno, li mette in vendita allo scopo di lucrarci, sempre meno saranno gli alimenti che spettano alle famiglie».

Sono inoltre state segnalate alcune anomalie nella gestione degli aiuti: le derrate alimentari non finirebbero soltanto nelle case di chi ha bisogno, ma si fermerebbero anche nelle abitazioni di alcuni "volontari" che cercherebbero di recuperare rimborsi o di persone senza scrupoli che le utilizzerebbero per guadagnarci su.