Lucia Riina, la più piccola dei quattro figli del boss di Cosa Nostra Totò Riina, ha fatto domanda al Comune di Corleone per avere il bonus bebè, un'agevolazione che spetta a chi versa in condizioni economiche difficili. La notizia, riportata da Repubblica-Palermo, è stata ripresa da tante testate nazionali. Il Comune di Corleone, sciolto per mafia e retto al momento da tre commissari, ha respinto la richiesta.

La domanda presentata sarebbe stata incompleta, secondo quanto riferito dall'amministratazione. Anche il marito della donna, Vincenzo Bellomo, avrebbe presentato richiesta, ma fuori tempo massimo. Anche l'Inps si è opposto: la coppia, infatti, non verserebbe in condizioni talmente disagiate da aver diritto all'assegno.