MODICAMaria Grazia Difede e il feto nato morto alla 38° settimana verranno sottoposti ad autopsia: questa la decisione della magistratura ragusana, che ha disposto gli esami per il pomeriggio di oggi, all'obitorio dell'ospedale Maggiore di Modica. Lo riporta il Giornale di Sicilia. Ad eseguire gli esami sarà il medico legale Francesco Coco. La magistratura ha inoltre emesso sei avvisi di garanzia, nei confronti di altrettanti medici, che avrebbero avuto un ruolo nella vicenda e che sarebbero in forza al reparto di Ostetricia e Ginecologia.

La Procura della Repubblica di Ragusa avrebbe aperto il fascicolo per sua decisione, poiché da parte dei famigliari della donna non sarebbe arrivato alcun esposto. I carabinieri della Compagnia di Modica hanno sequestrato, nella giornata di ieri, la cartella clinica riguardante le varie fasi di assistenza fornita alla donna, dal momento in cui è arrivata al pronto soccorso, fino al decesso.