Otto mafiosi in platea al teatro Parioli di Roma durante la puntata del Maurizio Costanzo Show alla quale partecipò il giudice Giovanni Falcone. L'anno era il 1992, ma la rivelazione è stata resa nota soltanto adesso, ripresa da Il Fatto Quotidiano. A raccontare cosa accaduto sarebbe stato il boss Giuseppe Graviano, mentre parlava con un altro detenuto nel carcere di Ascoli Piceno.

Ecco cosa riporta il quotidiano:

Quando c’era Falcone al Costanzo – confida Giuseppe Graviano al suo compagno di socialità Adinolfi, bisbigliando – dove si sedeva, c’erano otto persone… otto persone. Eravamo io, palermitani, due di Brancaccio, amici, due di… che poi se ne sono andati che avevano un matrimonio, e altri due che si sono fatti entrambi pentiti, uno di Castelvetrano e uno di Mazara del Vallo”. Otto killer di Cosa Nostra in platea al Teatro Parioli di Roma per uccidere Giovanni Falcone, otto killer a sorvegliare le mosse del direttore degli affari penali che il capo dei capi Totò Riina voleva morto alla fine del febbraio del ’92.

Non sarebbe la prima volta in cui emerge questa vicenda: in passato, infatti, ne avevano parlato anche pentiti come Francesco Geraci e Vincenzo Sinacori.