Rivelazione shock di Totò Cuffaro in un'intervista a Klaus Davi. L'ex governatore ha svelato alcuni dettagli relativi alla sua esperienza in carcere: «I primi tempi in carcere per me sono stati un incubo. Avevo il terrore di essere sodomizzato da altri detenuti – ha aggiunto -. Io stesso ero entrato in carcere con un pregiudizio. La prima volta che ho fatto la doccia l’agente penitenziario se ne stava andando e io lo chiamai e gli dissi `Scusi perché mi lascia solo? Dove va?´, preoccupato che sopraggiungesse qualcuno nelle docce per sodomizzarmi. `Guarda che quella è roba da film´, mi rispose l’agente. E aveva perfettamente ragione perché in 5 anni non è successo assolutamente nulla».

Sempre nella stessa intervista, Totò Cuffaro ha fatto una precisazione su un episodio che lo ha visto protagonista diversi anni fa, considerato ancora molto controverso: «Nella famosa puntata del Maurizio Costanzo Show con ospite Giovanni Falcone non ho mai attaccato il giudice tragicamente morto. Altri ce l’avevano con lui. Tutti coloro che hanno scritto il contrario hanno perso. Difendevo Mannino e la Dc ma non attaccavo certo il magistrato. Io non devo chiedere scusa a Maurizio Costanzo, semmai lui a me».