MILAZZO (MESSINA) – L'imponente nave militare Luigi Rizzo sarà a Milazzo, in provincia di Messina, per un'interessante manifestazione. L'appuntamento è fissato per lunedì 8 ottobre. In questi giorni Lo Stato Maggiore della Marina ha definito i dettagli della cerimonia di consegna della bandiera di combattimento alla fregata multiruolo. Luigi Rizzo, originario proprio di Milazzo, si distinse per particolari meriti durante la Prima Guerra Mondiale. 

Rizzo, che si guadagnò la cittadinanza onoraria della città di Messina, fu protagonista della beffa di Buccari con il poeta D'Annunzio; sempre nel 1918 riuscì a colpire e ad affondare la corazzata Santo Stefano, considerata una nave gioiello per le forze austro-ungariche. La perdita della Santo Stefano rappresenta un colpo troppo duro per la Marina nemica, che da quel momento sospende ogni azione sul mare. In onore di questa vittoria la Marina celebra la sua festa proprio il 10 giugno.

La nave militare Luigi Rizzo a Milazzo 

Tutto pronto al molo XX Luglio di Milazzo. Risponderanno presente tutti i più alti papaveri della Marina, a cominciare dal capo di stato maggiore, l'ammiraglio Valter Girardelli. Ma perché l'8 ottobre? Proprio in quanto quel giorno nacque l'errore originario di Milazzo, il militare più premiato della storia che compì le sue imprese al fianco di Gabriele D'Annunzio. La manifestazione sarà incentrata sulla consegna della bandiera che viene custodita a bordo in un cofano nell'alloggio di un comandante. Quando poi la nave finisce il suo servizio, la bandiera viene prelevata e conservata all'interno del Vittoriale di Roma, precisamente all'Altare della Patria.

La nuova nave Luigi Rizzo, la sesta Unità FREMM italiana e la seconda in configurazione GP, "General Purpose", è stata consegnata alla Marina il 20 aprile 2017 e può essere utilizzata per missioni di assistenza umanitaria e di soccorso specifico. Si tratta di una nave versatile che può fornire supporto medico e assistenziale in caso di calamità.