Su Facebook stanno circolando molte foto di treni carichi di carri armati: come è facile intuire, si tratta di immagini che stanno generando grande preoccupazione, soprattutto in relazione alle vicende di Parigi. Prima che si diffondano falsi allarmi, è bene fare chiarezza.

Le foto circolano da ieri pomeriggio e, per molti, le immagini erano un segnale dell'ingresso dell'Italia in guerra. In realtà, c'è un'altra spiegazione, fornita dalla stampa locale (sito www.ivg.it):

Il convoglio è effettivamente esistito, ma non è transitato da Savona, bensì sulla linea adriatica. A “tradire” la foto, come fatto notare da diversi lettori che frequentano abitualmente la stazione savonese, la forma dei pilastri che sostengono le pensiline: a Savona sono di forma diversa, rastremati in basso e di sezione maggiore verso l’alto. L’immagine in questione, invece, è stata scattata ieri sera nella stazione di Fabriano e da lì postata sui social network. […] Va anche detto che la segnalazione era in qualche modo plausibile. Il trasporto di ieri infatti era noto (è stato avvistato e segnalato in molte stazioni italiane) e la destinazione era Capo Teulada, in Sardegna, dove si trova un poligono militare adatto a quei carri: e uno degli imbarchi possibili per raggiungerla è proprio quello di Porto Vado, che quindi era una possibile meta per quel convoglio (la cui esistenza, come detto, era nota e segnalata da ore).