La Vita Promessa, la nuova fiction in onda in questi giorni su Rai 1, sin da subito è un grande successo. I numeri, dati incontrovertibili per natura, danno più o meno la dimensione del successo. La seconda puntata, ieri sera, ha messo insieme 5.708.000 di spettatori, cioè il 26.1% di share. Più del doppio rispetto alla prima televisiva de "Il Libro della Giungla" su Canale 5, con 2.239.000 spettatori e il 10.6% di share. Terzo posto, su Italia 1, per "Fast and Furious 7" con 1.273.000 spettatori e il 6.3% di share.

La Vita Promessa e la sicilianità

Il grande orgoglio per tutti noi è che c'è tanta sicilianità in queste prime due puntate (ne mancano altrettante per chiudere il cerchio). Sin dagli albori della serie ha fatto capolino Carmela, una giovane siciliana che scappa dalla sua terra natia per dare ai figli un futuro migliore. Deciderà di salpare su una nave alla volta di New York. Carmela, interpretata dalla bellissima Luisa Ranieri, ha già conquistato tutti. Lei stessa ha spiegato: "Carmela, come tutti i personaggi che hanno delle sfumature, non è un cliché, non è la solita mamma da fiction. È una donna che ha zone grigie come, ad esempio, il rapporto conflittuale con suo figlio. E’ un personaggio a tutto tondo che ogni attrice vorrebbe incontrare nel suo percorso".

La regia è di Ricky Tognazzi, la sceneggiatura è firmata invece da Laura Toscano, la quale ha scritto "dieci anni fa questa storia che, oggi, è ancora più attuale. È una storia che racconta la nostra condizione di emigranti. C’è il tema dell’immigrazione e c’è il tema della crisi. E c’è la forza dei sentimenti", sottolinea il direttore di Rai Fiction, Eleonora Tinni Andreatta. Tognazzi, poi, fa giustamente notare: "È una storia che riflette anche la storia di oggi. Allora arrivavano a New York dodicimila immigrati al giorno. Noi italiani eravamo la feccia ma venivamo accolti. Ora è il momento di pagare questo debito".

Tra gli attori de La Vita Promessa, oltre alla bravissima Luisa Ranieri, figurano Thomas Trabacchi , Lina Sastri (una donna che accoglie gli immigrati per denaro), Miriam Dalmazio (Rosa, una prostituta con il "sogno americano"),  Francesco Arca (il "villain" della serie) Cristiano Caccamo, che interpreta il figlio maggiore di Carmela, nonché i palermitani Francesco Benigno e un azzeccatissimo Tony Sperandeo.