Se l'è vista brutta una volpe che stava per annegare nel Naviglio a Gaggiano (hinterland milanese), ma è salvata da un passante che non ci ha pensato due volte prima di aiutarla. Il 34enne Davide Gallo Afflitto stava portando a spasso i suoi cani quando, intorno a mezzanotte, ha visto l'animale, molto affaticato, che nuotava. A prima vista ha pensato fosse una nutria, poi ha capito che era una volpe che non riusciva a raggiungere gli argini, stremata a causa del freddo e della corrente.

L'uomo ha immediatamente riportato a casa i cani ed è poi tornato sul posto, con una scopa. Si è immerso nel Naviglio e, non senza difficoltà, ha ricondotto a terra l'animale. "Ho agito d'istinto – ha raccontato – non avevo paura che mi mordesse. Sembrava quasi che facesse di tutto per attirare la mia attenzione. In effetti sembrava quasi avesse capito che io ero la sua unica e ultima possibilità di salvezza".

Davide ha portato in casa la volpe e, insieme alla madre, l'ha asciugata con il phon e l'ha avvolta nelle coperte per scaldarla. Gli operatori dell'Ente Nazionale Protezione Animali l'hanno prelevata e trasferita in una clinica veterinaria, dov'è stata curata e nutrita, per poi essere portata al Centro di recupero animali selvatici di Vanzago. Non appena tornerà in forze, sarà liberata e tornerà nei boschi.