baglioni_oscia_2005O’Scià è un festival musicale in cui i cantanti della musica leggera italiana focalizzano l'attenzione dei media su Lampedusa. E' stato ideato dal cantautore Claudio Baglioni e solitamente si tiene nel mese di settembre.

 

O'Scià significa “fiato mio o mio respiro”.  E' un termine che gli isolani utilizzano come saluto amichevole. La manifestazione prende in prestito questa locuzione locale per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema dell'immigrazione clandestina.

Purtroppo quest'anno l'evento sembra essere destinato a non accendersi per mancanza di fondi.
Neppure la sponsorizzazione del papa, che aveva utilizzato durante la sua omelia sull'isola di Lampedusa il classico saluto che da dieci anni è il titolo della manifestazione di Baglioni, ha potuto nulla.

 

Per mancanza di soldi e di contributi regionali la manifestazione quest'anno non si terrà. A dirlo è stata proprio la fondazione interessata con un comunicato stampa: “Non abbiamo avuto alcun riscontro dall’amministrazione locale e regionale circa l’impegno per l’edizione 2013, oltre al mancato incasso, ad oggi, del contributo erogato dall’assessorato al Territorio Regione per la scorsa edizione” …. “Sperando di poter proseguire il lavoro svolto in questi 10 anni a Lampedusa, la Fondazione Òscià si augura che in futuro ci siano gli intenti e le risorse necessarie per svolgere nuovamente la manifestazione”.
 

Personalmente la vediamo dura.
Come abbiamo avuto modo di commentare più volte, sembra non esserci nessuna volontà politica tesa a risolvere il problema una volta per tutte.
E poi ci sarebbe pure il “comportamento Malta”, definiamolo così, da commentare. Ma lasciamo stare, va! Altrimenti il “sangue diventa ancora più amaro”.
 

 

Autore | Viola Dante, Immagine | livesicilia.it