LAMPEDUSA – Massacrato di botte soltanto per aver difeso la propria fidanzata. È accaduto qualche giorno fa a Lampedusa a un militare della guardia costiera in vacanza nell'isola. I due ragazzi stavano facendo una passeggiata, quando all'improvviso si è avvicinato loro un gruppo di 15 persone, probabilmente pescatori non originari del luogo. Visibilmente su di giri a causa dell'alcool.

Dapprima qualche apprezzamento poco garbato, poi addirittura un palpeggiamento. Quando il militare si è frapposto tra i balordi e la fidanzata, è scattato il più bieco pestaggio: lieve trauma cranico-facciale, contusioni ed ecchimosi varie il bilancio delle ferite. Sulla vicenda indagano i carabinieri.