Il regalo per il 50esimo compleanno di Kerri Pike si è trasformato in tragedia. Suo marito e i suoi 8 figli avevano pensato al lancio in tandem con il paracadute sulla spiaggia di Mission Beach, nel nord del Queensland, in Australia. Ma la donna e gli istruttori di 34 e 35 anni sono morti: uno dei due istruttori, infatti, si sarebbe scontrato a mezz'aria con la coppia. I corpi di Kerri e dell'uomo sono stati trovati appesi a un albero, aggrovigliati l'un l'altro, in una fattoria di banane a circa 1,5 chilometri dalla zona prevista per l'atterraggio. Il corpo dell'altro istruttore è stato invece rinvenuto nel giardino di una casa vicina.

Skydive Australia, associazione alla quale appartenevano i due istruttori, ha confermato la morte di tre persone in un incidente sul quale indaga la polizia di Brisbane: "Una delle vittime era un istruttore altamente esperto che aveva completato migliaia di salti e stava completando un salto da solo. Le altre due vittime stavano saltando in tandem, un istruttore altamente esperto e una cliente", si legge nella nota comparsa nella stampa australiana.

La Mission Beach, situata tra Cairns e Townsville, è un luogo tipico di paracadutismo per i turisti. Il sito web di Skydive di Mission Beach offre salti in tandem da altitudini fino a 15.000 piedi. I testimoni della tragedia sono sotto shock: "Ho visto uno dei paracadute precipitare dietro gli alberi. Mi è saltato il cuore in gola", ha dichiarato uno di loro.