01Eccentrico studioso francese del XVI secolo, Nostradamus è conosciuto soprattutto per le sue catastrofiche profezie. Alcune, nel corso degli anni si sono rivelate incredibilmente esatte, altre invece delle vere e proprie bufale. Vediamo cosa ci ha tenuto in serbo per noi l’anno prossimo.

Scrittore, farmacista e astrologo: ma per molti è un indovino. Sembra infatti che Nostradamus sia stato in grado di prevedere l’avvento della Rivoluzione Francese, ben 200 anni prima che accadesse. C’è chi poi sostiene che abbia annunciato anche l’avvento di Hitler, della bomba H e degli attentati dell’11 settembre 2001.

E va bene no, il mondo non è finito nel 1999 come Nostradamus aveva previsto, ma a partire dal prossimo anno potrebbero essere altre le cose che accadranno. Nel nuovo anno potrebbe ad esempio eruttare il Vesuvio; il ‘Big One’ che tutti aspettano già da diverso tempo, secondo Nostradamus avvolgerà la Campania nel buio.

E il ‘Big One’ si attende anche in America. Nostradamus ha infatti previsto un violento terremoto anche nel Nuovo Continente, che causerà un’eruzione vulcanica. Sarà questa la volta in cui la California si staccherà dagli Stati Uniti? D’altronde pare che l’America del Nord riposi su una ‘cintura calda’.

Ma nel 2015 potremmo anche imparare a dialogare con gli animali; grazie alle recenti scoperte della medicina e della psicologia, oggi siamo in grado di sapere che non solo i nostri animali domestici ci ascoltano quando parliamo loro, ma che in qualche modo elaborano ciò che diciamo tentando di capirlo. “Il maiale diventerà un fratello per l’uomo” ha dichiarato lo speziale di Saint-Rémy-de-Provence; forse però intendeva solo parlare della sempre più crescente popolarità del fenomeno del veganesimo.

E a proposito di linguaggi, Nostradamus, nel Cinquecento, avrebbe dedotto inoltre che il nuovo anno avrebbe portato l’umanità a stringersi attorno ad una lingua, grazie all’avvento di una macchina per le traduzioni: niente di più vero, specialmente visto e considerato che a partire da gennaio sarà possibile usufruire di un nuovo servizio di Skype che tradurrà in simultanea per tutti, i discorsi, sia scritti che orali, delle persone con cui ci metteremo in contatto; ma per molti questa profezia starebbe ad indicare solo l’avvento del computer.

Sempre nel 2015, l’indovino francese ha dedotto che la gente vivrà fino a 200 anni. Già stiamo arrivando tranquillamente a 100, perché fermarsi; lui arrivò a 80 nel XVI secolo.
Nel nuovo anno, le tasse verranno abolite. Secondo Nostradamus: “la gente si rifiuterà di pagare le tasse al re”; forse ci siamo vicini con il discorso sul canone RAI.

Nella parte calda della classifica, tra le profezie post-capodanno 2014, anche quelle catastrofiste ‘da fine del mondo’; una in particolare, prevede che “i campi verranno bruciati dal calore”. Una nuova bomba atomica oppure un’intuizione sul cambiamento climatico? Molti sono pronti a scommettere su questa.

Ma il 2015 sarà anche l’anno del crollo delle Borse; l’intero sistema economico Occidentale crollerà forzando la popolazione a ripartire da zero. Se pensiamo alla recente crisi economica, tutto sommato Nostradamus potrebbe anche averci preso.

Autore | Enrica Bartalotta