PALERMO – Ennesimo blitz tra le bancarelle di Ballarò, a Palermo, dove tra gli oggetti proposti durante il "mercatino del baratto" è stata rinvenuta della merce rubata. Tra i potenziali acquirenti c'era anche una cittadina palermitana che lo scorso 14 marzo aveva subito un ingente furto nel suo appartamento per la villaggiaura estiva, che si trova a Ficarazzi.

Ad attirare la sua attenzione sono state alcune cose in particolare. Sul momento, non si è accorta di essere sul punto di acquistare proprio ciò che le era stato rubato e solo in corso di negoziazione ha capito che quegli oggetti erano i suoi. La donna ha incrociato due pattuglie, una dell'Ufficio Prevenzione Generale e Coccorso Pubblico e una di Brancaccio, e ha richiesto un intervento degli agenti.

Attraverso copia del verbale della denuncia che la vittima aveva sporto in seguito al furto, i poliziotti hanno avuto conferma della veridicità delle sue affermazioni. Il gestore della bancarella, un tunisino di 37 anni, non ha fornito alcuna informazione per la tracciabilità della merce ed è stato denunciato per ricettazione. La merce in questione, del valore di decine di migliaia di euro, è stata sequestrata e restituita: include sculture, quadri, vassoi, ceramiche, capezzali, bottiglie di cristallo, set di pentole, portafoto digitali e una bicicletta.