Leonardo Pieraccioni si è raccontato in un'intervista a 'Vanity Fair', nel corso della quale ha parlato della sua ex compagna, Laura Torrisi, conosciuta sul set del film "Una moglie bellissima", rimasta al suo fianco per 7 anni. Nell'ottobre del 2014 i due si sono separati.

"Con Laura sono arrivato al venticinquesimo della maratona – ha raccontato il regista – e se non sono arrivato in fondo con lei, vuol dire che per me è impossibile. Lei era perfetta, fisicamente, mentalmente: una ragazza di provincia, che ama parlare del pizzicagnolo e vivere in campagna. Una così non mi ricapita più".

Il regista sembra prendersi tutte le colpe della separazione: "Persone come me hanno speranza solo con le crocerossine. Alcune nostre liti le ho messe nei film: la moglie che accusa il marito di avere una stanza dei balocchi e di non averla mai portata a vedere l'aurora boreale. Quante volte Laura me l'aveva chiesto?".

Nel corso dell'intervista si è parlato anche di un presunto tradimento della Torrisi. In realtà, i due si erano detti addio da tempo.  “Non stavamo più insieme da due anni e mezzo quando uscì l’intervista al suo presunto amante – conferma Pieraccioni – Era normale che lei facesse la sua vita. Io sospettavo che avesse incontrato qualcuno ma per vergogna – non volevo fare la figura di quello che si lascia poco dopo aver fatto una figlia – ho preferito non ufficializzare la separazione. Visto che abitiamo in due case attigue, continuiamo ancora adesso a mangiare e a fare vacanze insieme, nessuno l’ha saputo”. 

Adesso il cuore di Leonardo Pieraccioni batte per una persona di cui non vuole rivelare l'identità. Per riprendersi dal trauma dell'addio con Laura Torrisi ci sono voluti tre anni, ma adesso, afferma "Devo dire che fa anche piacere ricevere un WhatsApp a mezzanotte".