Dopo appena 4 giorni dall’ultima eruzione, l’ultima e la 21^ del 2013 iniziata il 29 dicembre e conclusasi il giorno di San Silvestro, l’Etna stamattina torna a farsi sentire con sbuffi, esplosioni, boati e una debole emissione di cenere dal nuovo cratere di sud/est. Come possiamo osservare dalla foto di Turi Caggegi, dall’area sommitale del vulcano “parte” una scia di fumo e cenere che si muove verso sud a causa dei venti settentrionali.
E’ ancora presto, però, per capire se quest’attività è “preparatoria” di una nuova eruzione, che sarebbe la prima del 2014. Staremo a vedere nelle prossime ore.