lineacontinua newsletterOpening giovedì 29 maggio ore 18.00

Piero Caldarera (Corimbo Loft) e Ruggero Di Maggio (Mon Amour Film) presentano la prima mostra personale di Daniele Messineo, in occasione della chiusura definitiva di “Corimbo Loft”, luogo storico dell’antiquariato a Palermo in cui sono stati di casa in tanti, da Aldo Busi a Elvira Sellerio, da Quintino di Napoli a Pupino Samonà, da Gillo Dorfles al pittore di culto Renato Tosini.

 Daniele Messineo, giovane pittore e illustratore, esporrà un corpus di opere di piccolo e grande formato realizzate su carta con il solo utilizzo della penna Bic.

La mostra è curata e prodotta da Ruggero Di Maggio.

 

Scrive Salvo Ferlito, autore del testo critico di presentazione della mostra:

“Un senso di mistero soggiogante ed insondabile permea nel profondo le opere grafiche di Daniele Messineo. Paesaggi, vedute, ma anche qualche interno – tutti virtuosisticamente realizzati con un fittissimo tratteggio a penna biro e sistematicamente immersi in un’ambientazione notturna e tenebrosa – appaiono come sospesi in una dimensione desolata e atemporale, e tuttavia al contempo intrisa di continui rimandi alla presenza umana e soprattutto aperta ad improvvisi e inattesi sviluppi narrativi”.

 

Il vernissage sarà anche un’occasione per festeggiare il lungo percorso di Corimbo Loft, fantastica creatura di Piero Caldarera, che si è distinto, durante i suoi 48 anni di attività, più per un approccio sempre teso alla scoperta del bello, che al mero profitto; capace di aprire le porte di Corimbo a tutti, con il fine principale di creare relazioni e instaurare rapporti solidi nel tempo con i suoi clienti e con gli artisti che ha promosso.

 

Piero Caldarera si è inoltre distinto per la sua attività civica e nel 1991 è il principale promotore della creazione della prima isola pedonale nel centro della città, in via Principe di Belmonte. Una volta ottenuta la pedonalizzazione sceglie di ricominciare, di accettare una nuova avventura: quella di valorizzare una parte meno “frequentata” della città. Lascia la centralissima sede di via Belmonte e si trasferisce nel tratto più basso della stessa strada, a due passi dal porto. «Alla fine essere lontano dal centro mi ha giovato, mi ha lasciato più libertà mentale e più voglia di fare. Ho creato un luogo in movimento, in cui la gente si è avvicinata in libertà. Una caratteristica che forse non piace molto ai politici, che qui, tranne qualche caso, non si sono fatti mai vedere».

Con la mostra di Daniele Messineo, Piero Caldarera, vuole dunque chiudere un’esperienza meravigliosa e trasmettere l’entusiasmo e la voglia di scoprire il nuovo che lo ha sempre animato. E lo vuole fare proprio all’interno di Corimbo, luogo che ha scandito parte della storia della creatività e della ricerca artistica a Palermo.

 

È possibile vedere alcune opere di Daniele Messineo su: https://www.behance.net/gallery/15505009/CARPAL-TUNNEL

 

Ufficio stampa

Alli Traina – allitraina@gmail.com 

[vimeo]http://vimeo.com/96129845[/vimeo]