Lascia le spiagge tropicali e sbarca a Torre Salsa, nell'Agrigentino, l'Ocypode cursor, il "granchio fantasma" che su una delle più belle spiagge siciliane sembra aver trovato il suo habitat ideale. A comunicare la scoperta di una colonia di granchi Ocypode cursor sul litorale tra Siculiana e Montallegro è stato il naturalista agrigentino Antonio Vanadia.

Una rara specie di crostaceo il cui arrivo rappresenta certamente un buon segno per la riserva naturale gestita dal Wwf che, con la sua spiaggia dorata e le acque cristalline, il suo patrimonio naturalistico e ambientale, si conferma così una piccola "capitale" di biodiversità con una nuova specie animale da tutelare e proteggere.

"Si tratta del granchio Ocypode cursor, protetto da leggi europee e internazionali. Questa specie subtropicale, presente da tempo immemore nelle spiagge siriane, cipriote e greche e lungo le spiagge dell'atlantico tropicale sta espandendo il suo areale a causa del riscaldamento globale", ha spiegato Antonio Vanadia.

Questo granchio, attivo nelle ore notturne e crepuscolari, è carnivoro e ''spazzino'', ha uno spettro alimentare molto vasto, mangia residui di cibo, pesci e molluschi spiaggiati, preda grossi insetti e persino lucertole e anche le piccole tartarughine marine che, immediatamente dopo la nascita, vengono catturate con le chele e trascinate in una profonda tana per essere consumate in tranquillità.

Il granchio fantasma vive in profonde buche scavate dallo stesso nell'entroterra della spiaggia e non sulla battigia.