150-300x200Centinaia di case sono allagate e altre migliaia sono a rischio ad ovest di Londra, dopo l’esondazione del Tamigi, iniziata ieri, mentre il Paese subisce le conseguenze di uno degli inverni più piovosi della sua storia: è stata infatti la stessa Environment Agency a dichiarare lo scorso mese, il gennaio più piovoso dal 1766.

Come se non bastasse le condizioni meteo tenderanno a peggiorare nel corso della settimana, e quindi si prevede che il livello del Tamigi non possa far altro che continuare a salire.

La Environment Agency ritiene che probabilmente presto si  potrà parlare non solo del gennaio, ma dell’inverno più piovoso dal 1766Pete FoxNational Duty Manager for Flooding della Environment Agency, ha dichiarato che il sud dell’Inghilterra sta vivendo una stagione incredibilmente piovosa, e localmente si è registrato il doppio del quantitativo di piogge che solitamente si registra nel mese di gennaio: “Stiamo concentrando tutta la nostra attenzione sul Tamigi.”

L’esondazione, infatti, è giunta nonostante gli sforzi dell’agenzia, dei volontari, dei militari per evitarla. Sarah Davies, portavoce del Met Office ritiene che a sud e a ovest c’è da aspettarsi un ulteriore quantitativo di pioggia che va dai 4 ai 9 cm, senza contare i forti venti che dovrebbero raggiungere il Paese nel fine settimana.

Le barriere del Tamigi sono state chiuse ieri mattina: dall’inizio di gennaio, sono state già chiuse ben 29 volte.

F. F.