Secondo l'accusa, l'ex primo cittadino avrebbe intrattenuto rapporti con esponenti della locale cosca capeggiata da Leonardo Bonafede. Ciro Caravà, l'ex sindaco di Campobello di Mazara (Tp), è stato così condannato a 9 anni di carcere.

 

Già il 6 febbraio 2014 Caravà era stato stato assolto da questa stessa accusa, dal Tribunale di Marsala. L'ex sindaco di Campobello, 56 anni, arrestato nel lontano dicembre 2011, era alla guida di una giunta di centrosinistra. Il Comune fu poi sciolto per infiltrazioni mafiose il 27 luglio 2012.
Al centro delle indagini, avviate nel 2006, c'era un sodalizio criminale, strettamente legato al boss latitante Matteo Messina Denaro.
Ex sindaco di Campobello a parte, anche a Gaspari Lipari spetteranno 9 anni di carcere, in quanto avrebbe svolto una funzione di “collegamento” tra Ciro Caravà e Leonardo Bonafede, 82 anni e condannato per mafia già in passato.