Lucia Borsellino "Va fatta fuori. Come suo padre". Queste durissime parole sarebbero state intercettate pochi mesi fa e a pronunciarle sarebbe stato Matteo Tutino, medico personale di Rosario Crocetta, nonché primario dell'ospedale palermitano di Villa Sofia, arrestato nei giorni scorsi, con l'accusa di truffa, falso e peculato. Le intercettazioni sono state rivelate da L'Espresso.

All'altro capo del telefono ci sarebbe stato proprio il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, che secondo quanto riferito da L'Espresso avrebbe ascoltato tacendo. Le parole di Tutino sono un macabro commento, ancor più grave a pochi giorni dalle commemorazioni della strage di via D'Amelio, in cui perse la vita il giudice Paolo Borsellino, padre di Lucia. Da qualche giorni giravano voci insistenti in merito ad alcune intercettazioni schock e la Borsellino si era dimessa dal suo ruolo di assessore alla Salute all'indomani dell'arresto di Tutino.