Sequestrati beni  per 10 milioni a Palermo

Maxi sequestro dei carabinieri del Nucleo Investigativo e del Gico della Guardia di Finanza di Palermo per un valore in beni di 10 milioni di euro.
Il sequestro è stato disposto su disposizione della sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo, a Maurizio De Santis, 50 anni, e Luigi Salerno, 68 anni.

De Santis è stato arrestato lo scorso aprile  per estorsione con la moglie, Rita Salerno, e il figlio Giovanni. Salerno è stato condannato a 9 anni, per associazione mafiosa ed estorsione aggravata. Per gli inquirenti, i due, legati da un rapporto di parentela, avrebbero accumulato un patrimonio attraverso attività illecite.

 

Nel mirino i ristoranti in cui si tenevano in città incontri tra boss

Tra i beni sequestrati il ristorante "Cuci'", ex "Bucatino", ritenuto luogo di incontri tra boss mafiosi; il bar "Tabacco & caffe'", di via Daita e una quota del 60% del locale "Jazz 'n Chocolate", di via Giacalone, nel centro storico di Palermo, e ancora vari immobili e conti correnti. All’elenco si aggiunge anche  'e', un ristorante dove, secondo gli investigatori, si tenevano incontri di boss mafiosi.