Maltempo a Catania, tanti i disagi. Le condizioni meteorologiche avverse hanno portato numerosi problemi. Sono stati dirottati cinque voli, le strade si sono trasformate in fiumi e alcuni tratti sono stati chiusi alle auto. Alcuni vigili del fuoco sono arrivati da Palermo ed è stato necessario l’intervento dei sommozzatori e dei pompieri, mentre nel Siracusano si è alzato in volo un elicottere dei vigili del fuoco.

I centri più colpiti sono stati Ramacca, Palagonia, Scordia e Agira, nell’Ennese. Temporaneamente sono state chiuse diverse strade: un tratto della SS417, Catania-Gela, in territorio di Mineo, la statale 385 di Palagonia, e la SS280, Catania-Enna.

Secondo quanto riferito dalle fonti ufficiali, non ci sarebbero feriti. Il Comune ha invitato i cittadini alla massima prudenza e le scuole in città sono regolarmente aperte. La furia dell’acqua ha travolto anche un camion dei vigili del fuoco.

Maltempo a Catania, le strade chiuse

L’Anas ha chiuso per allagamento diversi tratti stradali. Sono chiuse le strade statali 114 dir “Della Costa Saracena” tra il km 10 e 11, a Carlentini (SR), e la 192 “Della Valle del Dittaino” dal km 24 al km 43. Chiusa per fango e detriti in carreggiata la strada statale 288 “Di Aidone”, dal km 2 al km 10, a Ramacca (CT). La strada statale 417 “Di Caltagirone” è chiusa dal km 54 al km 59 a Lentini per esondazione del torrente Gornalunga.

Le condizioni meteo avverse, purtroppo, non sembrano intenzionate a lasciare la Sicilia. Per la giornata di venerdì 19 ottobre, la Protezione Civile ha pubblicato una nuova allerta meteo. In particolare, il maltempo insisterà su Sicilia meridionale e orientale.