cicloneE’ profondo 995hPa e si trova ancora ad ovest della Sardegna, a metà strada tra le Baleari e l’isola colpita ieri dalla tremenda alluvione che ha provocato 18 morti: il ciclone Mediterraneo che su MeteoWeb avevano annunciato più di 24h prima che arrivasse in Italia, continua ad imperversare sul nostro Paese provocando tanto forte maltempo. Come possiamo osservare dalle immagini satellitari, è ben evidente l’occhio del ciclone proprio tra Sardegna e Baleari, ed è massima l’allerta in Sardegna dove nelle prossime ore si verificheranno altre abbondanti piogge nelle zone già colpite dall’alluvione. Inoltre le temperature diminuiranno di diversi gradi, con nevicate sui rilievi isolani oltre i 1.600 metri di quota.
Intanto forti temporali stanno colpendo l’alto Jonio e il Salento, dopo che in Calabria hanno scaricsto picchi di 250mm nel litorale crotonese. A Lecce sono già caduti 100mm di pioggia e continua a diluviare. Situazione critica a Gallipoli e in molte altre località salentine. Tra stasera e domani mattina il ciclone Mediterraneo attraverserà la Sardegna, il mar Tirreno, l’Italia centrale e poi l’Adriatico arrivando così sui Balcani e spalancando, da domani, la porta del freddo da nord. Intanto, però, nelle prossime ore avremo altro forte maltempo soprattutto oggi pomeriggio in Sardegna e poi, in serata, tra Lazio e Campania con forti temporali e impetuosi venti di libeccio su tutto il basso Tirreno, da cui scaturiranno mareggiate sulle coste esposte, soprattutto in Campania in serata, dove avremo mare forza 10. Continuiamo a monitorare la situazione meteorologica in diretta: seguite le nostrenews in tempo reale e le pagine del nowcasting: satellitisituazionefulminazioniradar ewebcam. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it.