Un uomo di 48 anni è stato arrestato a Palermo per tentato omicidio: si tratta di S.G., incensurato di Misilmeri. I fatti si sono verificati nel pomeriggio di ieri, 29 dicembre, nei pressi di corso Calatafimi. I condomini di uno stabile hanno allertato la sala operativa della polizia e all'interno di un'abitazione gli agenti hanno trovato il corpo di una donna di 82 anni, riverso in una pozza di sangue. L'anziana, ancora viva, ha raccontato a stento di essere stata assalita, spiegando chi era il suo aggressore. Aveva aperto la porta di casa a un conoscente e gli aveva offerto un caffè, ma era selvaggiamente colpita alla testa con una sedia.

«L'uomo – raccontano dalla questura – si sarebbe accanito sulla donna con un coltello. L'anziana ha riportato ferite al collo e alla testa. Quando la donna ha perso i sensi, il quarantottenne – forse convinto di averla uccisa – sarebbe uscito in gran fretta dall’appartamento non prima di avere portato via la borsa della vittima, contenente effetti personali e denaro». I poliziotti si sono recati quindi a Misilmeri: «All’interno – dicono dalla questura – gli agenti hanno trovato un 'normale' spaccato di vita familiare, come se nulla fosse successo. L'aggressore, bloccato dalla polizia, non ha saputo fornire nessuna spiegazione plausibile su quanto accaduto, se non uno stato di profondo malessere legato ad una serie di controversie personali».